3D Motus Scansione 3D
Cos'è la scansione 3D? Come funziona?
Sono domande che nascono naturalmente quando si parla di questa tecnologia che viene impiegata in ambito industriale da anni: proprio come i personal computer gli scanner 3D hanno vissuto un'evoluzione che li ha portati ad essere ridimensionati ed accessibili anche a quelle aziende che non si occupano di produzione in serie.
In parole povere, si tratta di un'evoluzione della fotografia tradizionale: lo scanner scatta molteplici fotografie ad alta risoluzione del soggetto da angolazioni diverse, le quali passano successivamente in un software che le processa e le assembla tra loro. Il risultato è un modello tridimensionale del soggetto sotto forma di mesh poligonale che può essere utilizzato per un'ulteriore modellazione o essere direttamente replicato tramite stampa 3D.
La combinazione di scansione 3D e stampa 3D è particolarmente indicata per il reverse engineering o per la realizzazione di statue, busti o modellini a partire da figure umane reali.
Nel nostro laboratorio utilizziamo due tipologie differenti di scanner 3D e la scelta è guidata dalla natura del soggetto da acquisire e dall'utilizzo che verrà fatto del modello risultante.
Servizio scansione 3D
3D motus scansione 3D

3DSystem Sense

La tecnologia utilizzata da questo tipo di scanner è la medesima che si può trovare in alcuni articoli per l'intrattenimento elettronico presenti nelle nostre case ed è particolarmente indicata per la scansione di un'intera persona o di grandi soggetti.
Ricorda una videocamera nel funzionamento: lo scanner viene fatto passare attorno al soggetto immobile ed emette pattern di raggi infrarossi che impattano sulla superficie da scansionare e di conseguenza il software genera una mesh poligonale. Contemporaneamente la camera RGB mappa la texture sulla mesh generata e in uscita si ottiene un file tridimensionale a colori.

3D motus scansione 3D

Scan in a Box

Scanner ad elevate prestazioni indicato per l'acquisizione di dettagli e particolari di un soggetto o un volto. Si tratta di una tecnologia di nuova generazione e sostituisce l'ormai obsoleto laser scanning: vengono proiettati sull'oggetto una serie di fasci di luce strutturata che evidenziano dettagli, increspature e cavità che vengono catturati dalle due fotocamere ad alta definizione montate in struttura stereo. Il software è poi in grado di assemblare le immagini acquisite creando una nuvola di punti attraverso cui passerà la superficie della mesh di output.

Questi scanner funzionano egregiamente nell'acquisire svariate tipologie di soggetti, a patto che la loro superficie sia porosa, ruvida o texturizzata mentre non restituiscono risultati soddisfacenti se le superfici sono lisce, riflettenti, lucide o metallizzate: in questo caso è consigliato l'utilizzo di uno spray opacizzante removibile.
Sono in grado anche di restituire modelli a colori nell'ambiente virtuale ma il metodo di stampa 3D additiva è monocromatico per cui, su richiesta, possiamo effettuare una verniciatura con costi aggiuntivi variabili in base alla difficoltà e alle dimensioni del modello.

Il costo della scansione 3D verrà valutato e preventivato caso per caso.